Wonderwod Blog

Risorse utili per gli imprenditori del fitness


18/11/2020

Trovare il nome del Box

Una delle più grandi difficoltà che molti Box Owner incontrano è quella di trovare un nome che abbia un senso per il proprio pubblico.
16/11/2020

Come riportare i clienti al Box dopo il Lockdwon

In questo periodo di alternanza tra zone rosse, gialle ed arancioni, molti Box Owner si interrogano su come saranno le cose alla riapertura, tra incertezze e demotivazione. E’ difficile fare previsioni in una situazione senza precedenti e con grande incertezza, legata soprattutto al mutare dinamico degli scenari, tuttavia, in questi giorni è possibile ragionare sul ritorno alla normalità.  Pur tenendo conto delle restrizioni che ci accompagneranno fino alla diffusione di massa di un vaccino, resta comunque la necessità di progettare una strategia che coinvolga i propri clienti/soci e li faccia tornare ad allenarsi, non appena ciò sarà possibile. L’idea ora è di concentrarsi sui soci/clienti già esistenti, prima di approntare altre strategie per attirarne nuovi. Sebbene il CrossFitter classico sia abbastanza resiliente è innegabile che non tutte le persone che frequentano i Box sono dei CrossFitter tipici e che molti clienti/soci hanno perso la loro motivazione durante questo secondo lockdown. Per questo è importante mettere a punto strategie che mantengano vivo il loro interesse e favoriscano il loro ritorno a fine lockdown. Da un lato è importante tranquillizzare tutti sul fatto che in ogni caso il Box utilizza tutte le norme igieniche previste, meglio ancora se impiega ulteriori accorgimenti che vadano oltre il minimo imposto dalla legge. Quando i soci tornano al box, vanno trattati come nuovi soci. Dopo un lungo periodo di ridotta attività fisica o addirittura di inattività, può essere difficile tornare alle vecchie abitudini, nonostante la buona volontà. Quindi, devi pensare a modi creativi per coinvolgerli nuovamente, mostrando loro come tornare efficacemente al loro allenamento. Usare i dati per scalare i WOD per gruppi Una buona idea, che abbiamo visto funzionare in altri paesi è quella di porre particolare attenzione alle modalità con cui si scalano i WOD basandosi sui dati degli utenti raccolti nelle APP per […]
16/11/2020

Come riportare i clienti al Box dopo il Lockdwon

In questo periodo di alternanza tra zone rosse, gialle ed arancioni, molti Box Owner si interrogano su come saranno le cose alla riapertura, tra incertezze e demotivazione. E’ difficile fare previsioni in una situazione senza precedenti e con grande incertezza, legata soprattutto al mutare dinamico degli scenari, tuttavia, in questi giorni è possibile ragionare sul ritorno alla normalità.  Pur tenendo conto delle restrizioni che ci accompagneranno fino alla diffusione di massa di un vaccino, resta comunque la necessità di progettare una strategia che coinvolga i propri clienti/soci e li faccia tornare ad allenarsi, non appena ciò sarà possibile. L’idea ora è di concentrarsi sui soci/clienti già esistenti, prima di approntare altre strategie per attirarne nuovi. Sebbene il CrossFitter classico sia abbastanza resiliente è innegabile che non tutte le persone che frequentano i Box sono dei CrossFitter tipici e che molti clienti/soci hanno perso la loro motivazione durante questo secondo lockdown. Per questo è importante mettere a punto strategie che mantengano vivo il loro interesse e favoriscano il loro ritorno a fine lockdown. Da un lato è importante tranquillizzare tutti sul fatto che in ogni caso il Box utilizza tutte le norme igieniche previste, meglio ancora se impiega ulteriori accorgimenti che vadano oltre il minimo imposto dalla legge. Quando i soci tornano al box, vanno trattati come nuovi soci. Dopo un lungo periodo di ridotta attività fisica o addirittura di inattività, può essere difficile tornare alle vecchie abitudini, nonostante la buona volontà. Quindi, devi pensare a modi creativi per coinvolgerli nuovamente, mostrando loro come tornare efficacemente al loro allenamento. Usare i dati per scalare i WOD per gruppi Una buona idea, che abbiamo visto funzionare in altri paesi è quella di porre particolare attenzione alle modalità con cui si scalano i WOD basandosi sui dati degli utenti raccolti nelle APP per […]
14/11/2020

Il cliente ha davvero sempre ragione?

Noi di The Box HUb abbiamo sempre insistito sulla centralità del cliente e sul fatto che è compito del Box Owner e del suo staff, cercare di soddisfare nel miglior modo possibile le esigenze del cliente, portandolo al raggiungimento dei suoi obiettivi ed alla sua soddisfazione.  L’applicazione di questo concetto, che è poi l’ABC del marketing, non deve però portare ad essere servili o sottomessi ma dovrebbe essere un rapporto alla pari tra una persona che ha un’esigenza, ovvero il cliente ed una che lo soddisfa, cioè voi. In questo contesto il rapporto con il cliente deve basarsi su alcuni pilastri tra i quali possiamo indicare anche il rispetto. Il rispetto verso il cliente, ovviamente, ma anche il rispetto che il cliente deve a chi sta lavorando per aiutarlo nei suoi scopi. Sfortunatamente il rispetto è soggettivo poiché esistono persone piû rispettose e sensibili ed altre che lo sono meno e spesso, anche involontariamente, creano situazioni che portano inevitabilmente ad un conflitto. E nessuno vuole dei conflitti né con i clienti, ne in generale. Evitare i conflitti non significa però evitare il confronto e soprattutto non significa sacrificare qualcosa per non dispiacere la controparte. Per dirlo con altre parole, il cliente non ha sempre ragione. O per lo meno se in principio della relazione sono stati chiariti scopi, obiettivi, modalità di raggiungimento e regole in modo chiaro ed univoco. Il cliente non ha sempre ragione Diciamo che quando qualcuno decide di diventare un vostro cliente/socio, lo fa perchè fondamentalmente voi gli avete fatto una promessa e vi siete impegnati a mantenerla. Non importa quale sia questa promessa. Quello che conta è che sia stata fatta in modo sincero e onesto, ovvero costruendo le basi per far si che sia mantenuta e non invece formulata solo per portare a casa un […]
11/11/2020

L’importanza del business plan

Il business plan è di importanza fondamentale soprattutto per il futuro Box Owner ma anche per chi già è nel business e ricerca maggiore controllo.
09/11/2020

Sbagliando si impara. Qualche volta.

Il primo lockdown doveva essere un'occasione per mettere a punto quei piani B che ora qualcuno rimette in campo dismostrando di non aver imparato nulla.
07/11/2020

12 suggerimenti per ottimizzare il profilo Instagram del Box

Moltissimi Box utilizzano Instagram per il loro marketing.. Ecco 12 suggerimenti per ottimizzare il profilo Instagram del Box.
04/11/2020

Cosa manca al sito del vostro Box?

Che i siti di molti Box non siano particolarmente curati non è una novità ma è anche vero che sono uno degli strumenti più importanti per attrarre nuove persone al Box.
02/11/2020

Una buona reputazione aumenta la fiducia nei clienti

Una buona reputazione nel web e nel mondo reale è un tassello importante nella creazione di relazioni di fiducia con i clienti/soci.
31/10/2020

Gestire i rapporti con soci e clienti durante il lockdown

Gestire i rapporti con soci e clienti durante il lockdown per fidelizzarli anche se decidono di rimanere a casa.
28/10/2020

Parola d’ordine: adattamento

La rapidità dei cambiamenti imposti dalla lotta al Covid richiede una forte capacità di adattamento, facendo di questo comportamento una parola d'ordine.
26/10/2020

Palestre chiuse, ci risiamo.

ci risiamo, palestre di nuovo chiuse. Molti coloro che hanno manifestato il proprio dissenso ma attenzione all edecisioni che prendete nei prossimi giorni.